Lahar: un nuovo magazine per l’arte indipendente a Berlino

0
99
Lahar free magazine berlino
Lahar free magazine berlino
Photo by Jannike Stelling

Lahar –

colata di fango

misto a materiale piroclastico,

che scende

lungo i fianchi di un vulcano.

Lahar è un magazine tascabile che si apre diventando un magnifico poster. È genuino, tematico, indipendente, pieghevole e collezionabile. Nato in Italia nel 2011 da un gruppo di amici nella campagna veneta, al suo settimo anno decide di lanciare un’edizione internazionale con sede a Berlino. Lahar approda in Germania nel 2017 come una raccolta di ispirazioni ed evocazioni, è fatto di prosa e poesia, narrativa e saggistica, di illustrazione, fotografia e collage.

Lahar free magazine berlino

Ogni numero affronta un tema che viene esplorato da diverse angolazioni, cercando di stimolare idee e interpretazioni creative e personali. I temi sono vari e non rientrano in un’unica categoria, ma prendono spunto dall’esperienza quotidiana di ognuno.
All’uscita di ogni numero viene annunciato il nuovo tema, presentato online da una call for submission, con suggestioni e linee guida: chiunque ne venga ispirato è libero di inviare il suo contributo, indipendentemente da dove viva.

Lahar vuole essere uno spazio per far prosperare l’immaginazione. La sua struttura tematica mira a unire stili artistici, persone e intuizioni diverse, e punta a trasmettere un forte senso di appartenenza. Nonostante la base sia nella capitale tedesca, Lahar Berlin vuole essere accessibile a tutti, per questo la rivista è in lingua inglese e del tutto gratuita.

Lahar free magazine berlino
Photo by Martina Codato

In senso stretto, Lahar è un piccolo team editoriale di sei persone, in senso lato, è un gruppo aperto e fluido composto da tutti coloro che hanno voglia di collaborare. I pezzi ritenuti più interessanti dal team vengono pubblicati nella versione cartacea, e tutti i contributi degni di nota che non hanno trovato spazio su carta vengono caricati sul sito web e sulla pagine Facebook e Instagram del magazine.

La pubblicazione è semestrale e per il momento sono usciti due numeri di Lahar Berlin: #0 Sweat, lanciato nel giugno 2017, e #1 Gravity, uscito nel dicembre 2017. Le due feste di lancio, con live act, dj set e mostre di illustrazione, si sono svolte presso il Gelegenheiten, una ex-macelleria a Weserstrasse, nel cuore di Neukölln.

Lahar free magazine berlino

Al momento il team di Lahar Berlin è già al lavoro sul nuovo numero, che prende spunto dalla parola “Chameleon”: un pretesto per parlare di mimesi, di trasformazione e adattamento.

Nelle nostre notti profonde,
come nelle viscere di un vulcano che dorme,
quanti erano i discorsi che si sprecavano,
senza emergere nella realtà.
Teste calde, un po’ bevute e spesso irrequiete.
Frasi urlate, mai udite.
Fuoco sotto la terra,
magma che ribolle nell’invisibile
e tutto tace.
Ma ecco la scintilla
che fa scattare la bomba ad orologeria,
ecco il Lahar;
e chi salta in aria è la nostra immaginazione!
Pentola a pressione cranica,
sbuffa vapore, è incontenibile
e si fa inchiostro sulla pagina,
che si piega solo per entrare nelle vostre tasche.

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche: Intervista ai ragazzi di Radio Banda Larga, la radio italiana nomade di Berlino