Rundfunkbeitrag, la tassa sulla TV: cos’è e come controllare se si ha diritto all’esonero

Rundfunkbeitrag
Uwe Thobae, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Il Rundfunkbeitrag, l’imposta sull’utilizzo dei mezzi radiofonici di comunicazione, è l’”amara” realtà che si trova a fronteggiare molto presto chiunque abbia registrato la proprio residenza in Germania. Dopo l’Anmeldung, infatti, arriva automaticamente un avviso che lascia spesso infastiditi e perplessi i nostri connazionali.


tassa sulla tv

Leggi anche:
Germania, anche chi ha un PC connesso a internet deve pagare la tassa sulla TV

 


Rundfunkbeitrag: dalla tassa sugli apparecchi alla tassa sugli immobili

Fino al 2012 il canone era connesso al possesso di eventuali apparecchi radiotelevisivi, che andavano dichiarati nell’apposito modulo destinato alla GEZ (Gebühreneinzugszentrale) e per ciascuno dei quali si pagava un determinato importo.

Dall’inizio del 2013, invece, tutto è cambiato. ARD ZDF Deutschlandradio ha sostituito la GEZ e la tassa è stata vincolata agli immobili.

Una tassa fortemente controversa

Oggi qualunque cittadino maggiorenne residente in Germania è tenuto a versare 17.80 euro al mese, quasi 216 euro l’anno, indipendentemente dal fatto che possieda o meno un apparecchio radiotelevisivo. Se in casa vivono più persone maggiorenni, una di loro deve registrarsi e pagare per l’intera unità abitativa. Questa nuova configurazione dell’imposta, che alcuni considerano socialmente ingiusta, ha suscitato diverse polemiche.

Al momento i fatti restano però inalterati: sembra impossibile sottrarsi al Rundfunkbeitrag.

È possibili essere esonerati dal pagamento?

Quello che non tutti sanno è che in alcuni casi è possibile l’esonero dal pagamento.

Eleonora, blogger residente in Germania, ci aiuta a capire in quali casi è previsto l’esonerocome fare per essere esentati dall’imposta, qualora si rientri in una delle categorie descritte.

Rundfunkbeitrag

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest