Mobilità condivisa a Berlino: in arrivo lo scooter sharing, rigorosamente elettrico

0
113
© avda-foto / CC BY-NC-ND 2.0
© avda-foto / CC BY-NC-ND 2.0
© avda-foto / CC BY-NC-ND 2.0

Al contrario di molte metropoli, Berlino può vantare una quantità inferiore di traffico, un sistema di trasporto pubblico efficiente in costante miglioramento e un servizio taxi relativamente economico.

Inoltre stanno crescendo le nuove forme di trasporto basato su applicazioni per telefonino come il famoso Uber – al centro di polemiche in molti Paesi -, la nuova startup Wundercar che permette a chiunque di offrire passaggi e Drivy, che offre un servizio di noleggio di autovetture di privati cittadini a costi ridotti.

© carjump
© carjump

Il fermento più notevole in questo settore sembra arrivare dalle compagnie che offrono la possibilità di noleggiare o lasciare una vettura in qualsiasi punto della città. Le più famose sono le Mini e le BMW di DriveNow, le Smart di Car2go, le Citroen elettriche di Multicity e le Opel di Spotcar.

 Per trovare tutte queste auto nelle strade di Berlino è una buona idea usare Carjump, un’applicazione creata da una startup berlinese che mette su un’unica mappa tutte le auto disponibili nelle vicinanze.

L’ultima novità in tema di mobilità urbana farà molto felici gli amanti delle due ruote: da marzo 2015 partirà la fase di test del servizio di eMio con una flotta di scooter elettrici con batterie intercambiabili. Il progetto è stato finanziato dall’acceleratore per progetti verdi Climate-KIC.