Pier Paolo Pasolini, una rassegna porta 14 film del regista italiano al Filmmuseum

0
401
Una scena del film. Da wikimedia commons.
Una scena del film. Da wikimedia commons.
Una scena del film. Da wikimedia commons.

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Pier Paolo Pasolini, PPP, è sicuramente stato uno degli intellettuali e artisti più lucidi dell’Italia del dopoguerra e, forse, anche del resto d’Europa. La sua produzione artistica spazia dalla poesia, ai romanzi, al cinema e nelle sue opere si è confrontato costantemente con i mutament sociali e la vita reale delle persone dell’epoca in cui si è trovato a vivere.

Per certi versi profetico, riesce a fissare nelle sue opere i processi di sviluppo economico e le sue conseguenze socio-culturali che caratterizzano l’industrializzazione dell’Italia proprio mentre questi processi avvengono. La produzione cinematografica, in particolare, è densissima: ventidue film in quattordici anni di attività, dal 1961 al 1975 quando morì assassinato a Ostia.

Proprio a questa sua arte è dedicata una rassegna cinematografica che si svolgerà al Filmmuseum: Die Revolution findet trotzdem statt: Das Kino von Pier Paolo PasoliniLa rivoluzione accade comunque: il cinema di Pier Paolo Pasolini.

Organizzata dal museo in collaborazione con l’Università (tre istituti, quello per il teatro, il cinema e i media; quello di storia dell’arte; quello per le lingue romanze e letteratura) e con la b3 -Biennale des Bewegtbildes, la rassegna coprirà l’intero anno accademico, da ottobre 2014 fino a 2015.

Non saranno solo proiezioni, ma anche letture e dibattiti. Ogni sera infatti un relatore introdurrà una pellicola che lui stesso avrà scelto. Le presentazioni saranno registrate e disponibili in video su internet. I film saranno in tutto quattordici.

Per il semestre invernale, fino a febbraio 2015, si comincia con Uccelacci e uccellini, questo giovedì 30 ottobre, introdotto da Vinzenz Hediger (professore di cinema alla Goethe Universität). Seguirà Porcile il 6 novembre, con Rembert Hueser (anche lui professore nell’università cittadina). E, sempre a novembre, il giovedì 20, Klaus Theweleit preenterà Salò.

Il resto del programma è disponibile online. Tutte le proiezioni iniziano alle 20:15.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest