Sex and the Hauptstadt: riapre il museo erotico di Berlino più amato dalle donne

0
296
© pixel0908 / CC BY-ND 2.0
© pixel0908 / CC BY-ND 2.0
© pixel0908 / CC BY-ND 2.0
© pixel0908 / CC BY-ND 2.0

Ha chiuso all’inizio di agosto, in seguito alla decisione di demolire l’edificio che lo ospita, considerato unanimemente dalla redazione de Il Mitte che come il più brutto di Berlino.

Il Beate Uhse, storico e leggendario museo erotico di Charlottenburg corredato da un sexy shop molto fornito, si sposterà poco distante, in un’area ancora più frequentata.

[© Rob C. Croe/Anefo / CC BY SA 3.0]
Rob C. Croe/Anefo / CC BY SA 3.0]

Lo spazio espositivo e commerciale – inaugurato nel 1996 – appartiene alla catena fondata da Beate Uhse-Rotermund (nella foto accanto), la pilota e imprenditrice tedesca che a Flensburg nel 1962 aprì il primo sexy shop al mondo.

Si sposterà in Tauentzienstraße, la via che si snoda come prolungamento del Ku’damm verso Schöneberg: quella per, capirci, dove trova spazio il grande magazzino extra-lusso Kaufhaus des Westens.

Con il cambio di location, cambierà anche l’approccio del Beate Uhse. Secondo quanto hanno annunciato i proprietari, non ci saranno più il cinema porno e le cabine “private”; più spazio sarà dedicato all’arte e alla sperimentazione.

Anche nel tentativo, pare, di attrarre più coppie e pubblico femminile, che comunque rappresenta già il 70% della clientela totale del sexy shop. Il nuovo Beate Uhse aprirà entro la fine dell’anno in corso.