Al via i lavori per l’Unione Bancaria, in arrivo un nuovo grattacielo a Ostend

0
411
Foto © ArcCan/ Wikimedia Commons / CC BY-SA 3.0 / remixed by Il Mitte
Foto © ArcCan/ Wikimedia Commons / CC BY-SA 3.0 / remixed by Il Mitte
Foto © ArcCan/ Wikimedia Commons / CC BY-SA 3.0 / remixed by Il Mitte

FrancoforteFrancoforte – Ieri il Meccanismo di Vigilanza Unico, ha cominciato ha lavorare nel quartiere finanziario di Francoforte. Ufficialmente dovrebbe diventare operativa da novembre, ma un primo nucleo di funzionari è già attivo.

Si tratta di uno degli organi nati dagli accordi per l’Unione Bancaria Europea fortemente voluta dai paesi dell’Unione che più hanno sentito la crisi e dalla BCE di Mario Draghi. Una nuova istituzione volta alla sorveglianza centralizzata del sistema bancario europeo. L’obiettivo sarà garantire stabilità e maggiore integrazione dei paesi dell’Unione. Un primo passo per dare forza ad una Europa debole e frammentata che ha dimostrato nei fatti l’incapacità di affrontare tempestivamente e con efficacia la crisi scoppiata ormai cinque anni fa.

Saranno circa mille i funzionari e controllori che lavoreranno per la nuova istituzione europea sotto la direzione della francese Daniéle Nouy. La sede temporanea sarà inaugurata il 4 novembre nel grattacielo Japan Center, uno dei più belli della città. Inaugurato nel 1996 e alto 116 metri fino ad ora ha ospitato uffici di grandi compagnie della finanza internazionale.

Tuttavia non durerà molto: quando la Banca Centrale Europea si trasferirà nel nuovo grattacielo a Ostend, è previsto l’inizio dei lavori sul vecchio grattacielo e poi, eventualmente, il trasferimento del Consiglio di Vigilanza proprio nella vecchia sede della BCE.

Questa meta finale non è però certa. La BCE vorrebbe infatti verificare anche la possibilità di costruire una nuova sede apposita proprio vicino al grattacielo a Ostend. Si parla quindi forse di un nuovo palazzo di circa sessanta metri di altezza che potrebbe sorgere proprio accanto a quello nuovo della BCE.

In ogni caso si va nella direzione di una Unione Europea più solida e strutturata, ma anche centralizzata e, per ora, sotto le direttive della Banca Centrale Europea di Mario Draghi.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest