Grüne Woche, fiera eco o evento di folklore? Il nostro fotoreportage

0
74
Gruene Woche_Dario J Laganà
© Dario Jacopo Laganà | www.norte.it

di Dario Jacopo Laganà

Il nome settimana verde evoca in noi  l’ambiente, la natura, la produzione agricola, le fattorie, gli animali o l’ecologia. Questa fiera, che porta ogni anno a Berlino quasi mezzo milione di persone, è tutto questo e molto di più.

La International Grüne Woche, che si svolge in questi giorni a Messe, prende tutta l’area fieristica, portando visitatori da tutta la Germania. Tra gli stranieri, tuttavia, rimane molto meno conosciuta.

A parte le implicazioni culturali, sicuramente presenti, questa fiera è soprattutto un grande ristorante. Quasi metà dell’area fieristica è occupata da stand gastronomici; uno interamente dedicato a Berlino, uno al Brandeburgo e man mano a tutti gli stati tedeschi.

Famosa è l’area internazionale dov’è possibile trovare specialità diverse da tutto il mondo, come la carne di coccodrillo di canguro o d’orso. Tra i vari capannoni, inoltre si aggirano gruppi folkloristici con abiti tradizionali e strumenti tipici.

Alla Grüne Woche, quando non si mangia, si beve: la birra dei microbirrifici, il vino francese, i distillati e i liquori di varia provenienza. Se il cibo è la vostra passione, dunque, questa fiera è una buona opportunità. Anche se, probabilmente, rischierete di passare tutto il tempo a mangiare.

Gruene Woche_Dario J Laganà4
© Dario Jacopo Laganà | www.norte.it
Gruene Woche_Dario J Laganà2
© Dario Jacopo Laganà | www.norte.it
Gruene Woche_Dario J Laganà3
© Dario Jacopo Laganà | www.norte.it
Gruene Woche_Dario J Laganà5
© Dario Jacopo Laganà | www.norte.it
Gruene Woche_Dario J Laganà6
© Dario Jacopo Laganà | www.norte.it