A Berlino le donne italiane fanno rete contro la violenza

0
86
© Eleonora Cucina
© Eleonora Cucina
© Eleonora Cucina

ReteDonne e.V., il coordinamento delle italiane all’estero nato nel 2011, terrà il suo incontro annuale quest’anno a Berlino il 7 dicembre, presso la Kurt-Schumacher-Haus.

Per sottolineare l’importanza del 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la rete delle donne italiane in Germania ed in Europa, ReteDonne e.V., ha voluto fare della violenza di genere il tema del suo convegno federale, dal titolo “Violenza di genere – Morde ohne Ehre”.

L’ONU scelse il 25 novembre come data simbolica per sollecitare organizzazioni internazionali, governative e non, a svolgere attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica su questo importante tema.

Ma non basta un giorno: la stampa ci ricorda quotidianamente della violenza inflitta alle donne, una violenza che ha caratteristiche peculiari perché operata dalle persone delle quali si ha, o si ha avuto, fiducia e che usano il sentimento per nascondere barbarie.

ReteDonne e.V. vuole parlarne e discutere con le esperte delle ragioni profonde e di sistema, per capire se coniare e utilizzare una parola come “femminicidio” faccia cambiare la consapevolezza e se la Convenzione di Istanbul, e le connesse discussioni su leggi adeguate, possano cambiare sistemi radicati.

Interverranno da Roma Tiziana Bartolini, direttrice della rivista NOIDONNE, Ayfer Yazgan, sociologa dell’Istituto di Criminilogia di Amburgo ed autrice del libro “Morde ohne Ehre” e Karin Aleksander, direttrice della biblioteca di genere dell’Università Humboldt di Berlino e numerose altre donne con le quali scambiare informazioni ed esperienze.

Dalla nascita di ReteDonne e.V. sono stati organizzati due convegni, ad Amburgo e a Francoforte, le due città dove questa è maggiormente rappresentata. Quest’anno la scelta è caduta su Berlino, con la sua dinamica e giovane immigrazione italiana ad elevata presenza femminile.

Il contatto e confronto tra immigrazione vecchia e nuova, il rapporto con le istituzioni italiane e tedesche della capitale è il disegno di questa rete che vuole dare un contributo alla politica d’integrazione e mettere a disposizione la propria esperienza migratoria, fornendo consulenze e fungendo da moltiplicatrice per progetti e iniziative a livello locale e federale.

Le donne della onlus ReteDonne e.V. vivono in Germania ed in Europa, hanno un occhio sempre attento all’Italia e al resto dell’Europa e stanno creando una piattaforma per donne attive in molteplici settori che vogliano scambiare esperienze, competenze, metodologie e strategie.

Clicca qui per il programma completo del convegno. Per partecipare e per maggiori informazioni si prega di scrivere a: retedonne@googlemail.com.