Risolvere l’Eurocrisi a Berlino con il teatro (o almeno riderci su)

0
140
neukoellneroper
© Neuneukoelln

Immaginate un maxi-tamponamento sul Passo del Brennero. Immaginate che vi siano coinvolti una coppia italo-greca, tre musicisti tedeschi di origine islandese, siberiana e israeliana, una punk-girl di Neukölln e una ragazza molto religiosa, Aurora. Immaginate che si incamminino tutti assieme verso l’hotel più vicino. Immaginate quali avventure possano nascere da una comitiva così eterogenea.

Questo è il punto di partenza narrativo di Brennero Crash, una commedia scritta e portata in scena dagli attori e dai ballerini della compagnia italiana Balletto Civile, attualmente in residenza presso la Fondazione Teatro Due di Parma, in collaborazione con i cantanti e i musicisti della Neuköllner Oper di Berlino.

Lo spettacolo è diretto da Michela Lucenti; la musica e i testi portano le firme, rispettivamente, di Mauro Montalbetti e Alessandro Berti; i costumi sono di Marzia Paparini, le scenografie di Keiko Shiraishi e Mario Fontanini. Brennero Crash andrà in scena dal 16 agosto 2013 al 15 settembre 2013 (tutti gli orari qui).

Brennero Crash fa parte di un festival teatrale più ampio intitolato “Move Op!”, dedicato alla riscoperta dei valori comuni europei nell’era della crisi. Teatro e musica “in condizioni precarie”, così come recita il sottotitolo del festival, che coinvolge produzioni e compagnie di 11 nazioni, tra cui Macedonia, Grecia, Scozia, Olanda e, appunto, Italia.

Tra gli appuntamenti in programma ci sono “Horvath’s Italian Night“, dedicato alle tendenze nazionaliste crescenti in Ungheria, una rivisitazione a cappella de “Il Flauto Magico” di Mozart e “Westward Bound“, dove protagonista è una band rock macedone che vorrebbe suonare a Berlino, ma deve fare i conti con l’impossibilità di ottenere un visto per la Germania.

Per i biglietti telefonate a questo numero, 030 688907 77, oppure scrivete a tickets@neukoellneroper.de.