Berlino progetta un nuovo museo per l’arte moderna

0
99

Neue_Nationalgalerie_Berlin

Sembrava fossero costretti a traslocare, per fare spazio ad una collezione d’arte del ventesimo secolo: invece Rembrandt, Caravaggio e Rubens potrebbero restare dove sono, appesi ai muri della Gemäldegalerie di Potsdamer Platz.

Per ospitare le opere donate alla città da Ulla e Heiner Pietzsch – tra cui figurano capolavori di PicassoDalì, Ernst, Delvaux, Pollock – Berlino sta infatti pianificando la costruzione di un nuovo museo, all’interno dell’area del Kulturforum.

L’adiacente Neue Nationalgalerie è apparsa fin da subito troppo piccola per accogliere l’ampia collezione Pietzsch, decine di opere con un valore totale vicino ai 150 milioni di euro. Ecco, quindi, la necessità di costruire un nuovo spazio espositivo.

L’idea iniziale era quella di spostare i vecchi classici in un nuovo edificio da costruire sull’Isola dei Musei, vicino al Bode. Un progetto che però avrebbe richiesto una spese ingente, di circa 347 milioni di euro, attualmente insostenibile per la città.

Una nuova galleria al Kulturforum, invece, costerebbe circa un terzo e avrebbe tempi di realizzazione molto più ridotti, scongiurando il rischio che i quadri rimangano chiusi in una cantina per troppi anni.

A conferma di ciò, uno studio presentato dalla Prussian Cultural Heritage Foundation, che ha sconsigliato lo spostamento delle opere dalla loro sede attuale. Ora si attende la decisione definitiva dell’amministrazione cittadina, che ne sta discutendo in questi giorni.