Sempre più berlinesi hanno due lavori

0
71
[© Maufdi on Flickr / CC BY-ND 2.0]
[© Maufdi on Flickr / CC BY-ND 2.0]
[© Maufdi on Flickr / CC BY-ND 2.0]
Maufdi on Flickr / CC BY-ND 2.0]

Berlino è la patria del doppio lavoro. Secondo i dati resi noti ufficialmente dalla Deutsche Gewerkschaftsbund (DGB), la federazione dei Sindacati tedeschi, nella capitale della Germania sono ben 75.000 le persone che svolgono quotidianamente due mansioni differenti.

Questa figura è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni: dal 2003 a oggi, l’incremento è stato del 170 per cento. Anche a livello nazionale, comunque, l’impennata è stata considerevole, con un +130 per cento in un decennio. In totale, 2 milioni e 660mila tedeschi, in Germania, fanno due lavori.

Non è semplice identificare le cause di questo fenomeno, che Annelie Buntenbach del DGB identifica come “drammatico e preoccupante”. “Non credo questo aumento si possa spiegare con un impoverimento generale”, ha spiegato l’analista Karl Brenke al Berliner Morgenpost. Secondo lui, semmai, significa l’aumento della diffusione dei part-time, o minijob, forma contrattuale sempre più utilizzata, anche e soprattutto a Berlino.