Berlino investe in cultura 1 miliardo di euro ogni 3 anni: ecco come

Il Bode Museum [© http://flickr.com/photos/dalbera/ / Wikimedia Commons / CC BY 2.0]
Il Bode Museum [© http://flickr.com/photos/dalbera/ / Wikimedia Commons / CC BY 2.0]
Il Bode Museum [© http://flickr.com/photos/dalbera/ Wikimedia Commons / CC BY 2.0]

A partire da oggi, il Senato di Berlino si riunirà con un compito ben preciso: decidere come destinare i fondi culturali già stanziati per il biennio 2014-2015.

Si conosce già l’ammontare totale delle cifre. La capitale tedesca investirà, come da tradizione, una quantità considerevole di denaro: 378 milioni di euro per il 2014, 395 per l’anno successivo, pari a circa il 2 per cento del budget totale della città.

Le cifre sono rimaste stabili rispetto agli ultimi anni. Ciò significa che i fondi stanziati da Berlino per la cultura superano il miliardo di euro a triennio.

La maggior parte di questi soldi verrà destinata alle grandi istituzioni della cultura (musei, associazioni, teatri, librerie): 300 milioni. Solo una parte minoritaria, 70-80 milioni, sarà invece destinata ai progetti restanti.

Secondo il Segretario della Cultura André Schmitz, intervistato da BZ, si tratta di uno scenario assolutamente normale: «È ovvio ci sia uno squilibrio. Tuttavia, nell’ultimo anno abbiamo aumentato i fondi alla scena indipendente. Sfido chiunque a trovare un’altra città che investa più di noi in questo tipo di progetti».

Nel 2012, sono stati così ripartiti (dati Exberliner): 

31,6 %: Opera e balletto
24,4%: Teatro
13%: Musei
10,1%: Musica
8,2%: Monumenti, Archivi e Librerie
4,8%: Progetti letterari
3,1%: Danza
2,6%: Progetti speciali legati alla Hauptstadtkulturfunds
2,2%: Progetti indipendenti

facebook
Twitter
Pinterest