Con Toposonie camminare lungo la Sprea diventa un’esperienza sonora

toposonie

Percorrere a piedi il lungo Sprea che si snoda nel centro di Berlino è sempre stato una gioia per gli occhi, con tutti quei monumenti e quegli angoli suggestivi. Da oggi, sarà un’esperienza ricca anche per le orecchie.

Il merito è di toposonie : : spree, un’applicazione smartphone che vi guiderà in intenso un viaggio sonoro tra il Bode Museum e la Bundespressekonferenz, passando per Friedrichstrasse e la Marie-Elisabeth-Lüders-Haus.

Qui, mentre passeggerete, potrete ascoltare i suoni e le voci di quello che avviene (o avvenne) all’interno dei palazzi: guardando verso il Reichstag, sentirete le voci di una seduta parlamentare; guardando verso il Bundespresseamt, invece, udirete i lobbisti confabulare tra loro.

Non si tratta, dunque, di un’audioguida simile a quelle che si trovano nei musei. Piuttosto, di un’installazione sonora fruibile da chiunque e in qualsiasi momento. L’obiettivo di toposonie, progetto firmato dall’artista Georg Klein, è quello di far riflettere l’ascoltatore.

Un sorta di gioco interattivo che pone la domanda “chi, nella società moderna, può far sentire davvero la sua voce?” e che si interroga sulla trasparenza dei sistemi democratici e sull’accessibilità pubblica dei dati per il cittadino.

Il percorso si compone di 14 scene, con circa trenta punti sonori e una durata totale di circa un’ora. Lo smartphone rileva automaticamente la posizione dell’ascoltatore attraverso il GPS: di conseguenza, si può cominciare il viaggio sonoro da qualsiasi punto.

facebook
Twitter
Pinterest