Berlino contro la speculazione: no ai turisti, sì a nuove case

apartmentberlin

Stop alla speculazione sulla pelle della città. Almeno a parole. Con una serie di rigide misure approvate nei giorni scorsi in Senato, Berlino ha deciso di porre un freno ai cambiamenti che, da alcuni anni a questa parte, ne stanno sconvolgendo l’ecosistema immobiliare: la mancanza di appartamenti liberi e, di conseguenza, l’aumento vertiginoso dei prezzi.

A partire dal 2015, gli agenti immobiliari non potranno più acquistare appartamenti nel centro città per metterli in affitto ai turisti. Per legge, questi appartamenti saranno riservati ai residenti. Gli affitti saranno calmierati: nelle zone centrali, potranno crescere al massimo del 15 per cento in quattro anni, come richiesto dalle associazioni di categoria. Nel resto della città, del 15 per cento in tre anni.

Inoltre, il Senato ha varato un piano per la costruzione di 40mila nuovi appartamenti entro il 2025: il progetto, necessario per fronteggiare il previsto incremento demografico cittadino, è destinato a scatenare proteste. Tra le aree più soggette ad urbanizzazione, infatti, ci saranno l’ex aeroporto di Tempelhof (4800 appartamenti, qui il progetto) e le rive della Sprea (3500 nuovi appartamenti).

La prima tranche di finanziamenti, di 775 milioni di euro e sufficiente a coprire la costruzione dei primi 15mila appartamenti, sarà raccolta entro il 2018 tra enti pubblici e società private coinvolte nei progetti. All’accordo, siglato tra SPD e CDU, si sono opposti i Verdi: secondo loro, il piano approvato presenta delle ambiguità pericolose. Ad esempio, chi garantisce che i nuovi appartamenti saranno affittati a prezzi ragionevoli? Il rischio è che il progetto ottenga l’effetto contrario a quello sperato, contribuendo ancora di più alla “corsa immobiliare” della città.

facebook
Twitter
Pinterest

5 COMMENTS

  1. Ottimo, anche se non penso basti a mantenere gli affitti bassi. Controlli andrebbero fatti secondo me sulle agenzie immobiliari, purtroppo per lavoro mi confronto spesso con le agenzie e spesso (ma non sempre ovvio) sono piene di incapaci che pensano solo a fare business sulla pelle della povera gente, soprattutto le agenzie multilingua o che si spacciano per agenzie turistiche e poi guadagnano un sacco di soldi, spesso non facendo nulla e approfittandosi delle persone che non riescono ad affittare direttamente dai tedeschi (con i privati o le agenzie tedesche spesso ci si risparmia parecchio), ma vogliono molte garanzie, e anche se le garanzie ce le hai ma sono italiane molto spesso non le accettano. Così non solo devi accettare un affitto più alto ma ritrovarti a pagare anche più di 1000 euro di commissione d’agenzia. Ovviamente non generalizzo, non sono tutte uguali le agenzie, e non sarà solo colpa degli italiani che investono qui ad alzare i prezzi, ma certamente sommando molteplici cause si arriva a questo aumento dei prezzi. Aumentare i controlli, così si scopre chi lavora bene e chi male, e si possono mantenere i prezzi accettabili.

    • Quelle agenzie offrono un servizio a chi non conosce la lingua o non ha un lavoro per garantire il pagamento. Ed è giusto pagare un servizio. Che poi lo si ritenga equo o meno è un altro discorso. Ma l’alternativa c’è.
      Io mi sono rivolto direttamente alle “agenzie” tedesche che gestiscono gli immobili. Non ho pagato commissioni e pago 500€ di affitto warm per 54m2 a Friederichshain. Con una conoscenza media del tedesco e un lavoro.

      • Lo so, molte agenzie offrono veri servizi, infatti ho puntualizzato che non sono tutte uguali. Ma se prendi più di 1000 euro di commissione e poi ti limiti a darmi le chiavi e non fai tutto quello che mi avevi promesso (senza entrare nello specifico) allora non è equo per niente. Comunque capita anche che agenzie tedesche non accettino le garanzie perchè il mio lavoro è italiano, la busta paga è italiana su conto italiano, e a loro non basta, ma forse hanno anche ragione, forse vogliono avere la sicurezza nel caso io decida per qualche motivo di non pagare di riuscire a recuperare i soldi, questo non lo so, non conosco questi meccanismi in particolare. Fatto sta che molte persone vanno aiutate e non sfruttate.

      • Ciao Fil,
        potresti dirmi il nome dell’agenzia a cui ti sei rivolto?io il tedesco lo so…grazie mille se puoi!!

        • Le agenzie “tedesche” fanno mille problemi perché buttare fuori di casa un inquilino moroso o problematico, in Germania, è molto difficile perché la legge tutela più gli inquilini che i proprietari. @ Piera, le agenzie cui rivolgersi sono quelle che pubblicano su immoscout ad esempio. In bocca al lupo!

Comments are closed.