Chiama le donne come animali: sulla graticola il direttore dello Zoo di Berlino

3
297

direttorezoo

Aveva segnato sulla sua rubrica il nome delle colleghe donne accompagnandolo dalla dicitura “0,1”, che nel linguaggio degli Zoo indica le femmine degli animali o le giovenche da allevamento. Il direttore dello Zoo di Berlino Bernhard Blaszkiewitz, 58 anni, è stato colto sul fatto nei giorni scorsi.

Uno scherzo goliardico che, ora, potrebbe costargli il posto di lavoro. “È un chiaro caso di discriminazione”, lo ha attaccato Dilek Kolat, senatore del Land di Berlino che si occupa delle pari opportunità. “Mi aspettavo che almeno le persone nei ruoli di comando evitassero e combattessero certi comportamenti nei luoghi di lavoro”.

“Non volevo mancare di rispetto a nessuno”, ha affermato Blaszkiewitz, che prima di diventare direttore dello Zoo aveva guidato per oltre vent’anni il Tierpark di Berlino Est. “Si tratta di un complotto nei miei confronti: usavamo spesso quella dicitura per le donne dello Zoo e non se n’è mai lamentato nessuno”, è stata la sua risicata difesa.

In questi giorni i vertici della struttura berlinese si riuniranno per decidere la sorte di Blaszkiewitz, che ora rischia seriamente il licenziamento. Non è la prima volta, del resto, che i suoi comportamenti destano scalpore: nel 2011 venne accusato di negligenza nei confronti dello stato di salute di Knut, l’orso bianco diventato mascotte della struttura, nei giorni successivi alla sua morte.

3 COMMENTS

  1. il fatto dell’orso mi sembra molto più grave. sono tutt’altro che sessista e maschilista ma qui è evidente il complotto o il tentativo di attaccare la persona. Può mancare di sensibilità, educazione e …forse intelligenza specifica ma se una sua collega avesse segnato i colleghi maschi con il codice che indica gli stalloni d’allevamento o gli animali maschi non credo che ci sarebbero state accuse di sessismo. Si guardi l’operato delle persone e non queste cose stupide

  2. bravo david, poi sti Ossie sono dei grezzi allucinanti, di che vi stupite … braccia levate all’agricoltura :D

Comments are closed.