A Berlino si diventa scrittori imparando dai grandi

1
109

greer

Andrew Sean Greer ha 42 anni. A Berlino, città che ama profondamente, fa l’insegnante. Ma non è questo il suo vero lavoro: Adam, infatti, è uno scrittore. Ed è anche famoso. I suoi libri “La storia di un matrimonio” e (soprattutto) “Le confessioni di Max Tivoli” hanno venduto migliaia di copie, diventando best seller internazionali.

Greer, oggi, è docente ospite alla Freie Universität. Nel suo corso, “Leggere come uno scrittore”, insegna a trenta aspiranti romanzieri come trasformare il loro talento e la loro passione in un libro. Basandosi sul loro approccio alla lettura che, secondo lui, “è l’elemento chiave per rendere migliore o peggiore uno scrittore”.

“Spesso gli aspiranti scrittori leggono come se fossero dei critici letterari“, ha spiegato alla Deutsche Welle. “Io gli spiego come porsi nel modo giusto. Prestando attenzione ai personaggi e alla trama, certo, ma anche al modo in cui è stata costruita”. Secondo Greer, così facendo, chiunque può imparare le basi della scrittura di un libro.

Il corso sta ottenendo un grandissimo successo: i posti disponibili sono andati esauriti nel giro di pochissime ore. Per questa ragione, l’appuntamento con gli scrittori di fama internazionale si terrà anche il prossimo anno. “Lo scambio intellettuale con ospiti da tutto il mondo è una parte importante dell’identità della nostra università”, ha spiegato il rettore Peter-André Alt.

Non è la prima volta che un autore di successo internazionale tiene un corso simile alla Freie: l’ateneo berlinese, infatti, invita scrittori famosi già dal 1998. Una tradizione divenuta ormai consolidata, cui hanno contribuito nel tempo tra gli altri il premio Nobel giapponese Kenzaburo Oe, l’austro-tedesco Daniel Kehlmann ed il somalo Nuruddin Farah.

1 COMMENT

Comments are closed.