Coltelli e bastoni, a Lichtenberg torna la violenza

1
84
Wikimedia Commons

Il sangue scorre sulle strade di Lichtenberg. Due episodi in quarantotto ore fanno riapparire alcuni spettri del passato nell’ex quartiere di Berlino Est, storicamente considerato come uno dei due o tre più pericolosi della città (nonostante le statistiche diffuse dal Dipartimento di Polizia, risalenti al 2011, dimostrino chiaramente il contrario).

La prima aggressione risale a sabato pomeriggio, quando un litigio come tanti è degenerato, nel giro di pochi minuti, fino a causare un accoltellamento. Un passante ed un ciclista hanno cominciato a discutere animatamente per “difendere” il proprio passaggio sul marciapiede. Come il pedone ha cercato di allontanarsi, però, il ciclista lo ha colpito con una coltellata. Operato in ospedale, l’uomo non è in pericolo di vita.

Domenica sera, invece, quattro persone mascherate hanno aggredito un ragazzo di sedici anni che stava rincasando a piedi. Dopo averlo colpito ripetutamente con calci e pugni (e persino un bastone) i quattro estranei gli hanno sottratto il telefono cellulare. Il ragazzo è stato trasportato in ospedale con gravi ferite su tutto il corpo, mentre gli aggressori sono riusciti a fuggire. La polizia sta indagando.

1 COMMENT

  1. …fantastico, il diritto di passaggio sul marciapiede, ma manco nel Medioevo…che razza di barbari zotici…alla faccia della grande civiltà dei tedeschi!

Comments are closed.