In Ambasciata al via un workshop sulle Smart Cities

0
78

Il 29 e 30 novembre 2012 l’Ambasciata d’Italia a Berlino promuove un workshop sulle città intelligenti (Smart Cities). Due giornate dedicate ad un’iniziativa scientifica, cui prenderanno parte numerosi rappresentanti italiani e tedeschi del settore. Il workshop si articolera’ in tre incontri istituzionali (“Institutional policies and cooperation”, “Wrap up of the scientific workshop” e la tavolo rotonda “Getting to the real city”), cui si affiancano varie sessioni di approfondimento: “Smart City Perspectives”, “ICT” (information and communication technologies), “Smart Cultural Heritage”, “Urban Management and Natural Resources” ed “Energy” (comprendente mobilità ed efficienza energetica degli edifici). Si allega ad ogni buon fine il programma completo dell’iniziativa.

E` prevista la partecipazione di rappresentanti del settore accademico e della ricerca (numerosi istituti degli enti Fraunhofer e Helmholtz, delle tre Universita’ di Berlino, del Politecnico di Torino, dell’ICT Labs dell’Istituto Europeo di Tecnologia), dell’industria (Telecom, Finmeccanica, Ericcson, Vattenfall, Deutsche Bahn, utilities berlinesi dell’acqua e dei rifiuti), di esponenti delle associazioni di categoria (Confindustria, Federation of German Industries, Deutscher Industrie‐ und Handelskammertag, German Association of Local Public Utilities), dell’pubblica amministrazione e del mondo politico (Ministero italiano dell’Università e della Ricerca, Ministero tedesco dei Trasporti, Citta’ di Berlino, Comuni di Genova e di Firenze). Fra gli altri, parteciperanno il Consigliere per l’Innovazione del Ministro Profumo, Prof. Calderini, il Direttore Generale per l’Università e la Ricerca del Ministero italiano dell’Università e della Ricerca, Ing. Liberali, il Direttore Generale per lo Sviluppo Urbano del Ministero tedesco dei Trasporti, Costruzioni e Sviluppo Urbano, Dott.ssa Scheibelhuber, e il Vicepresidente di Finmeccanica, Dott. Fiori.

Il workshop è teso ad approfondire il rapporto e lo scambio bilaterale sul tema delle Smart‐ Cities tra enti pubblici e privati, italiani e tedeschi, anche al fine di favorire la preparazione congiunta a progetti europei di comune interesse per i due Paesi. Nel Luglio 2012, la Commissione Europea ha lanciato a tal riguardo la “Innovation Partnership on Smart Cities and Communities”. La partnership si propone l’applicazione condivisa delle tecnologie dei settori energia, trasporti e ICT nelle aree urbane, mettendo in comune le risorse dei tre rispettivi Direttorati. Per il 2013 sono previsti bandi per 365 milioni di euro. Per maggiori informazioni clicca qui.

Le città intelligenti rappresentano una tematica molto ampia e relativamente nuova per le agende di ricerca. Essa consiste nella progettazione integrata delle metropoli del futuro: piuefficienti, ecologiche e digitali. Un ripensamento delle città sembra dettato dai numeri: nel 1900 solo il 13% della popolazione mondiale viveva in città, oggi tale percentuale è salita al 50% e nel 2050 si prevede che supererà il 70%. Per organizzare la citta’ del futuro in modo sostenibile ed efficiente, d’altra parte, occorre sviluppare la ricerca in vari ambiti, dal risanamento energetico delle abitazioni alla mobilità sostenibile, dalle fonti di energia rinnovabili alla progettazione urbana, passando dalle reti di sensori e dalla integrazione e gestione di dati. Le città intelligenti costituiranno uno dei principali temi trasversali del prossimo programma quadro “Orizzonte 2020”. Per l’Italia, in particolare, le città intelligenti rappresentano l’area di ricerca e innovazione in cui sono stati investite le maggiori risorse nell’ultimo anno. Il Ministro Profumo, ingegnere ed ex Rettore del Politecnico di Torino, ha sottolineato più volte il ruolo cardine di questa tematica, anche nel suo incontro con il Ministro Schavan a Berlino il 9 Maggio 2012.

A questo link potete leggere e scaricare il programma completo del workshop (in PDF).