La Corte ha detto sì: la nuova A100 si farà

Wikimedia Commons

Forze politiche, gruppi di attivisti, cittadini. Nessuno sembra essere veramente d’accordo. Eppure, da ieri, la nuova sezione della A100, che attraverserà Berlino tra Sonnenallee ed il Treptower Park, ha ricevuto il “via libera” definitivo.

A mostrare la luce verde è stata la Corte Amministrativa Federale, che nella giornata di mercoledì ha respinto quattro cause intentate contro il controverso progetto infrastrutturale. Una decisione che ha fatto esultare il sindaco di Berlino, Klaus Wowereit, da sempre tra i promotori del progetto.

La nuova sezione autostradale, lunga solo 3,2 chilometri, avrà costi esorbitanti: le stime parlano di cifre tra i 450 ed i 470 milioni di euro. Soldi che non arriveranno dalle casse di Berlino, ma dal governo federale. Gli alti costi economici, così come quelli ambientali, sono tra le ragioni che hanno spinto i Verdi, in questi anni, a porre un’opposizione a tutto campo al progetto.

La Corte ha comunque posto dei paletti: “placet” al progetto, ma solo se il Senato di Berlino troverà il modo di ridurre l’inquinamento acustico causato dalle macchine in transito sulla nuova Bundesautobahn. Il “male minore” per i promotori del progetto, una sconfitta amara per i suoi oppositori.

facebook
Twitter
Pinterest

2 COMMENTS

  1. giá che ci sono potrebbero proseguire fino a Frankfurter Allee visto che il progetto esiste da un pezzo, credo manchino solo i fondi perché buona parte di queso ulteriore tratto sará sotterranea. Chi non è d’accordo dovrebbe considerare che chi deve andare da sud-est a nord-est di Berlino passa inevitabilmente per i vari Kiez di Kreuzberg e Friedrichshain o intasa l’Oberbaum

Comments are closed.