I post(i) che non si possono nominare (Elisa Alessandro a Berlino)

2
106

di Barbara Fragogna

L’amore di Gennifer per Elisa Alessandro diventa l’appuntamento fisso, a puntate, dell’estate di Anordestdiche. Un po’ Novella 2000, un po’ feuilleton. Ogni lunedì Gennifer Neri Pozzi (GNP) e Barbara Fragogna (BF) dialogheranno sull’argomento. Si consiglia la lettura delle puntate precedenti: Io Amo Elisa Alessandro e  la prima intervista a Gennifer Neri Pozzi.

BF:  La stagista ti ha chiesto il numero di telefono?

GNP: No, mi ha chiesto il contatto facebook.

BF: Ma non potevate fare quattro chiacchiere durante la pausa?

GNP: No, dice che vengo meglio in foto, dopo vado a taggare la sua home. HIUPPY!

BF: Che euforia Gennifer, è forse capitato qualcosa di eccezionale… Elisa si è forse fatta sentire? A proposito, ti volevo proprio chiedere e i lettori saranno molto curiosi di saperlo ma, Elisa Alessandro come commenta tutta questa storia?

GNP: Elisa Alessandro non ha lasciato nessun commento sui post. Ma in effetti si, qualcosa è successo… questa mattina…

BF: Non tenerci sulle spine!

GNP: Mi vergogno un po’…

BF: Suvvia!

GNP: Ecco… questa mattina mi sono svegliata abbastanza presto , saranno state le cinque e mezza (ultimamente non riesco a dormire molto, ho internet a casa finalmente e, nella mia giornata, il primo gesto è accendere e l’ultimo gesto è spegnere. Anche se torno a casa tardi una controllatina alle notizie più recenti non si può evitare). Accendo, si carica, aspetto ancora sotto le coperte perché qui fa freddo. Caricato. Home di facebook.

Notizia di stato: Elisa Alessandro a cosa stai pensando? Berlino.

Il sangue mi si è gelato nelle vene. Ma come Berlino? IO vivo a Berlino! E adesso cosa faccio? Le scrivo? Le chiedo di vederci per un caffè? Mi risponderà? Come faccio, cosa faccio? Nessuno ha ancora commentato questa notizia, ti credo, sono tutti ancora a letto… ma perché è venuta qui? Lei lo sa che vivo qui, lo sanno tutti! E poi perché lo scrive in pubblico? Per me, perché io lo sappia! Di certo! Allora le invio un messaggio e le dico: Ciao, sei veramente a Berlino? Quanto ti fermi? Ti va se ci incontriamo per un caffè? Invio. E già mi sono pentita, adesso mi sono messa in quella situazione di attesa che detesto, che odio. Lei non risponderà, perché dovrebbe? Spunta il numero 1 nel rettangolino rosso sull’iconcina dei messaggi! Mi ha risposto: Si, tra mezz’ora, colazione da Treffenpunkt. – OK, a presto! J

Continua a leggere su A Nord Est di Che

2 COMMENTS

Comments are closed.